Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 21 settembre 2017 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Occorre appellare la sentenza che si limita a dichiarare l’improcedibilità

Il nuovo procedimento di reclamo postula l’ordinanza che rileva l’improcedibilità e il contestuale rinvio dell’udienza

/ Alfio CISSELLO

Mercoledì, 13 maggio 2015

A seguito delle innovazioni apportate dalla L. 147/2013 all’art. 17-bis del DLgs. 546/92, l’omessa instaurazione della fase di reclamo non comporta più l’inammissibilità del ricorso, ma la semplice improcedibilità. L’intervento legislativo è da considerare “di pari passo” alla sentenza della Corte Costituzionale n. 98/2014, ove la norma era stata dichiarata incostituzionale proprio nella parte in cui contemplava l’inammissibilità.

Occorre rilevare che sarebbe scorretto affermare che, a seguito di ciò, l’errore sulla delineazione di una lite come reclamabile o ricorribile sia privo di conseguenze pregiudizievoli: come prontamente rilevato in giurisprudenza (si veda la sentenza della C.T. Prov. di Bari del 15 aprile 2015 n. 1244/15), se il contribuente, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.