Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 21 ottobre 2017 - Aggiornato alle 6.00

Impresa

Compenso prededucibile anche senza ammissione al concordato

La mancata apertura della procedura non qualifica il pagamento come un atto di straordinaria amministrazione

/ Michele BANA

Mercoledì, 11 gennaio 2017

Le prestazioni del redattore o coadiutore del piano in corso di predisposizione, del legale estensore del ricorso, dell’attestatore e dello stimatore titolato integrano attività almeno astrattamente collocabili in relazione alla procedura di concordato preventivo instauranda o, dopo il deposito del ricorso con riserva (art. 161 comma 6 del RD 267/42), pendente: non è, pertanto, sufficiente – ai fini di una loro qualificazione come atti eccedenti l’ordinaria amministrazione di cui al successivo comma 7 – che il loro costo sia stato assolto direttamente dal debitore, né la datazione del pagamento (a concordato pendente).
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 280 di ieri, accogliendo il ricorso di una società avverso la sentenza della Corte d’Appello che aveva

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.