Recupera Password

Domenica, 20 agosto 2017

Impresa

Il fallimento è condizione di punibilità

La Cassazione ripensa la costruzione in termini di elemento costitutivo della bancarotta

/ Maurizio MEOLI

Venerdì, 17 febbraio 2017

La quinta sezione penale della Corte di Cassazione, con l’informazione provvisoria n. 3/2017, ha reso noto un importante ripensamento del suo consolidato orientamento che vede la sentenza dichiarativa di fallimento come elemento costitutivo del reato di bancarotta fraudolenta per distrazione prefallimentare.

In particolare, è annunciata l’adozione della seguente soluzione: “La sentenza dichiarativa di fallimento costituisce condizione obiettiva di punibilità. Ciò, peraltro, comporta la conseguenza che il termine di prescrizione decorre, ai sensi dell’art. 158 c.p. dalla data della predetta sentenza e che la competenza territoriale appartiene al giudice del luogo nel quale si è verificata tale condizione”. La questione attiene, quindi, alla natura della dichiarazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.