Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 21 novembre 2017 - Aggiornato alle 6.00

Lavoro & Previdenza

Più tutele previdenziali con le nuove intese tra Italia e Canada

Il nuovo Accordo di sicurezza sociale assicura maggiori garanzie al lavoratore transnazionale in materia di distacco e totalizzazione multipla

/ Andrea COSTA

Giovedì, 2 novembre 2017

Con la circ. n. 154/2017 l’INPS ha fornito le necessarie precisazioni in merito alla disciplina dettata dal nuovo Accordo di sicurezza sociale tra i Governi italiano e canadese firmato il 22 maggio 1995 ed in vigore dal 1° ottobre 2017, che ha sostituito quello precedente firmato a Toronto il 17 novembre 1977, in vigore dal 1° gennaio 1979.
L’analisi delle principali novità introdotte dalle nuove intese richiede preliminarmente una breve riflessione sulle criticità che caratterizzano il nuovo impianto normativo.

Una prima criticità può essere individuata nella mancata stipula di un nuovo accordo con la Provincia autonoma del Québec, in relazione alla quale l’Italia aveva definito un apposito, distinto accordo in materia di sicurezza sociale, entrato in vigore sempre nel 1979.

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.