Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 21 maggio 2018 - Aggiornato alle 6.00

Economia & Società

Dai dati segnali di accelerazione della crescita Usa

Il dollaro si è rafforzato con l’eurousd sceso a un minimo di 1,226 dopo essersi mosso nelle sedute precedenti in area 1,235

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 17 marzo 2018

Ieri pomeriggio si è avuta la conferma che l’economia americana sta accelerando anche oltre le previsioni: la fiducia dei consumatori è risultata in netto rialzo a marzo e si attesta al top dal 2004; le attese ottimistiche per gli effetti positivi della riforma fiscale, sono controbilanciate solo in parte dai timori sulla stretta decisa dalla Casa Bianca sui dazi Usa.

Sorprende decisamente al rialzo la produzione industriale relativa al mese di febbraio. A ruota di questi dati il dollaro si è rafforzato con l’eurousd sceso a un minimo di 1,226 dopo essersi mosso nelle sedute precedenti in area 1,235.
Sul fronte tassi la settimana appena trascorsa è stata contraddistinta da un generalizzato calo di quelli a medio lungo termine con quelli a breve fermi; buona tenuta dei Btp che passano ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.