Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 21 maggio 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

L’attribuzione di beni in trust non configura trasferimento oneroso

La Cassazione ha fornito il chiarimento in relazione alla disciplina previgente

/ Dario AUGELLO

Martedì, 17 aprile 2018

La Corte di Cassazione ha confermato, da ultimo con la sentenza n. 975/2018, che l’atto di attribuzione di beni in trust non realizza un trasferimento oneroso in favore del trustee o del beneficiario, quando la causa del trust è liberale (principio già espresso da Cass. n. 25478/2015).
Pertanto, non sono applicabili al trust liberale le ordinarie imposte indirette: manca il trasferimento, poiché l’intestazione dei beni in capo al trustee è temporanea, e manca l’onerosità, che richiede la presenza di un corrispettivo e non può essere insita nel valore del corredo patrimoniale attribuito al trust (come invece affermato dalle Entrate con circ. n. 3/2008).
Ne consegue che l’atto di segregazione in trust di matrice liberale non è soggetto a imposta di registro proporzionale ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.