X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 18 agosto 2018 - Aggiornato alle 6.00

Economia & Società

La volatilità su Btp e spread oscura la sorpresa dell’inflazione

Il dato flash di quella europea di maggio è salito a 1,9% con la componente «core» a 1,3% contro le previsioni di 1,1%

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 2 giugno 2018

Una settimana contraddistinta da ampia volatilità con le preoccupazioni sulla crisi italiana al centro dell’attenzione. Il bilancio complessivo vede il Btp 10 salire al 2,55% dal 2,45%, il 2 anni a 0,74% da 0,45%. Sostanzialmente stabili i rendimenti Bund: decennali allo 0,40%; sale lo spread a 215 bps da 204. Per sottolineare la turbolenza che si è verificata segnaliamo i picchi a 3,39% per il Btp 10 e 297 per lo spread; sui 2 anni massimo a 2,72% e spread a 354 bps (segui tassi e costo del funding su www.ildirettorefinanziario.it).

Con gli operatori tutti concentrati sull’Italia il dato più significativo della settimana è passato inosservato: l’inflazione flash europea di maggio ha nettamente sorpreso le attese (1,2%) salendo a 1,9% con la componente “core” a

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi