X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 18 agosto 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Immobili esteri esclusi dalla voluntary disclosure mini

Le violazioni ad essi inerenti non sono sanabili dalla procedura di collaborazione volontaria rivolta agli ex AIRE e agli ex frontalieri

/ Salvatore SANNA

Giovedì, 14 giugno 2018

La circolare n. 12 di ieri dell’Agenzia delle Entrate interviene sulla c.d. voluntary disclosure mini che consente di regolarizzare le violazioni relative al quadro RW e quelle dichiarative:
- connesse alle attività finanziarie e alle somme detenute nello stesso Stato estero in cui veniva prestato il lavoro dipendente o autonomo;
- derivanti da tali tipologie di reddito ovvero dalla vendita di immobili detenuti nel medesimo Stato estero in cui era stata prestata l’attività lavorativa.

Il documento di prassi segue il provv. Agenzia delle Entrate 1 giugno 2018 n.  110482/2018 – con cui sono state emanate le disposizioni di attuazione dell’art. 5-septies del DL 167/90 (istitutivo della disciplina) e approvato il modello per accedere alla procedura – e la risoluzione n. 43 del 6 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi