X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 23 luglio 2018 - Aggiornato alle 6.00

Lavoro & Previdenza

Nuove regole di immigrazione per studio e ricerca

Dal 5 luglio 2018 entrano in vigore le nuove disposizioni in materia di condizioni di ingresso e soggiorno

/ Andrea COSTA

Giovedì, 28 giugno 2018

Con il DLgs. 11 maggio 2018 n. 71 il legislatore italiano ha definito nuove regole di immigrazione per i cittadini di Paesi terzi – e dei loro familiari – che intendano soggiornare per più di 90 giorni nel nostro territorio per motivi di ricerca, studio, tirocinio, volontariato, programmi di scambio di alunni e progetti educativi.

Il decreto si compone di quattro articoli, che modificano e integrano il Testo unico dell’immigrazione (DLgs. n. 286/1998, TUI), tra l’altro con riferimento all’art. 27-bis (volontariato), 27-ter (ricerca), 39 e 39-bis (studio, scambio di alunni, tirocinio).
Di assoluta novità è l’art. 3 del decreto, che, per la prima volta, prevede che i Ministeri dell’Interno, dell’Istruzione e del Lavoro istituiscano punti di contatto per lo scambio ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi