Recupera Password

Fisco

Invio «impedito» delle spese sanitarie senza sanzioni

La chiusura del canale telematico ha violato le disposizioni sull’adempimento tardivo

/ Alfio CISSELLO e Massimo NEGRO

Lunedì, 22 febbraio 2016

Lo scorso 9 febbraio, a seguito della proroga disposta dal DM 26 gennaio 2016, è scaduto il termine entro cui i soggetti obbligati o i loro delegati dovevano procedere alla trasmissione telematica, al Sistema tessera sanitaria, dei dati delle spese sanitarie effettuate nel 2015, utili per la precompilazione dei modelli 730/2016, ai sensi del DM 31 luglio 2015 e del provv. Agenzia Entrate 31 luglio 2015 n. 103408.

Secondo l’art. 3, comma 5-bis del DLgs. 21 novembre 2014 n. 175, inserito dall’art. 23 del DLgs. 24 settembre 2015 n. 158, in caso di omessa, tardiva o errata trasmissione dei dati relativi alle spese sanitarie si applica una sanzione di 100 euro per ogni comunicazione:
- senza possibilità, in caso di violazioni plurime, di applicare il “cumulo giuridico” ex art. ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.