Recupera Password

Il Caso del Giorno

Nota di variazione anche se l’IVA accertata non viene pagata

/ Vincenzo CRISTIANO

Giovedì, 25 febbraio 2016

Nell’articolata (e rivisitata) struttura dell’art. 26 del DPR 633/72 risulta non disciplinata un’altra fattispecie in materia di variazioni in diminuzione, collegata all’addebito ex post dell’IVA, dovuta e corrisposta dal fornitore in seguito ad accertamento notificato dall’Agenzia delle Entrate.

Tanto prevede l’art. 60 comma 7 del DPR 633/72 in base al quale, nella formulazione attuale, “il contribuente ha diritto di rivalersi dell’imposta o della maggiore imposta relativa ad avvisi di accertamento o rettifica nei confronti dei cessionari dei beni o dei committenti dei servizi soltanto a seguito del pagamento dell’imposta o della maggiore imposta, delle sanzioni e degli interessi. In tal caso, il cessionario o il committente può

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.