Recupera Password

Fisco

Spetta all’Agenzia delle Entrate dimostrare la qualità di erede

Non basta la dichiarazione di successione per chiamare in causa i presunti eredi

/ Alessandro BORGOGLIO

Giovedì, 25 febbraio 2016

L’Agenzia delle Entrate deve dimostrare l’accettazione dell’eredità da parte dei chiamati, per poter esigere da questi ultimi l’adempimento dell’obbligazione del loro dante causa. A tal fine, non è sufficiente la sola allegazione della dichiarazione di successione, essendo invece necessaria la produzione degli atti dello stato civile, dai quali possa desumersi il legame di parentela con il de cuius che legittima alla successione, ovvero di qualsiasi altro documento da cui possa evincersi con certezza la sussistenza della qualità di erede. È quanto stabilito dalla Corte di Cassazione, con la sentenza  n. 3611 depositata ieri.

L’Amministrazione finanziaria, in sede di riassunzione di un giudizio, aveva chiamato in causa i presunti eredi di un contribuente deceduto ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.