Recupera Password

Ultime notizie

Via libera della Camera al Ddl. delega di riforma della giustizia civile

/ REDAZIONE

Giovedì, 10 marzo 2016

Nella seduta di oggi, la Camera ha approvato, con 261 voti favorevoli, 134 contrari e 29 astenuti, il disegno di legge delega al Governo recante disposizioni per l’efficienza del processo civile (C. 2953-A), con conseguente assorbimento dell’abbinata proposta di legge Colletti e altri (C. 2921).
Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

Per il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, la riforma del processo civile costituisce un tassello fondamentale “per avere una giustizia più efficiente, tempi più rapidi e una giustizia più specializzata e più qualificata”.

Nel dettaglio, il disegno di legge delega il Governo a riformare organicamente il processo civile secondo parametri di maggiore efficienza e specializzazione e si muove lungo le seguenti linee direttrici:
- specializzazione dell’offerta di giustizia;
- accelerazione dei tempi del processo civile;
- adeguamento della procedura civile al processo telematico.

Il provvedimento contiene inoltre: modifiche al procedimento ingiuntivo; disposizioni per lo smaltimento dell’arretrato; l’abrogazione del rito Fornero.

Con riferimento a quest’ultimo punto, il Ddl. delega abroga le disposizioni della legge Fornero (L. 92/2012) che prevedono un rito speciale per le controversie aventi a oggetto i licenziamenti illegittimi, disponendo la contestuale applicazione del rito del lavoro, con alcune peculiarità. Viene infatti disposto che alla trattazione delle controversie relative all’applicazione dell’art. 18 dello Statuto dei lavoratori (licenziamenti illegittimi) i giudici debbano riservare specifici giorni nel calendario, avendo cura di trattare e definire tali giudizi con particolare speditezza; spetterà ai dirigenti degli uffici giudiziari vigilare sull’osservanza di questa disposizione. Una norma transitoria specifica che i giudizi già introdotti con il rito Fornero prima dell’entrata in vigore della legge delega dovranno essere definiti in base al vecchio rito.

Sul numero di Eutekne.info di domani ci sarà un approfondimento sul tema.

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.