Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 22 settembre 2017 - Aggiornato alle 6.00

Il Caso del Giorno

L’adesione è una scelta dell’Agenzia dopo l’istanza del contribuente

/ Alessandro BORGOGLIO

Giovedì, 12 gennaio 2017

L’accertamento con adesione a seguito di istanza del contribuente sta tornando di moda, perché la recente eliminazione delle differenze sanzionatorie tra acquiescenza e, appunto, atto di adesione ha reso più conveniente “tentare” comunque di ottenere una riduzione in sede di adesione, piuttosto che prestare acquiescenza, a parità di sanzioni ridotte a un terzo.

Si ricorda, infatti, che, sin dal 1° febbraio 2011, per l’adesione, l’art. 2, comma 5 del DLgs. 218/1997 stabilisce la riduzione delle sanzioni nella misura di un terzo del minimo.
Diversamente, per l’acquiescenza ad avvisi di accertamento non preceduti da inviti all’adesione da parte dell’Ufficio o a mancata adesione del contribuente ai contenuti del PVC (oggi abrogate), l’art. 15

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.