Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 22 settembre 2017 - Aggiornato alle 6.00

Lavoro & Previdenza

La qualificazione del rapporto di lavoro può derivare da indici presuntivi

Per la Cassazione in caso d’inserimento organico del lavoratore nell’impresa le direttive possono anche essere solo di carattere programmatico

/ Luca NEGRINI

Mercoledì, 13 settembre 2017

L’ordinanza della Cassazione n. 21121 depositata ieri, 12 settembre 2017, torna sull’annosa questione della qualificazione di un rapporto di lavoro originariamente configurato dalle parti come collaborazione coordinata e continuativa.

Il caso trae origine da un verbale di accertamento ispettivo, all’esito del quale l’INPS aveva chiesto a una società qualche centinaio di migliaia di euro per contributi non versati, a seguito dell’accertata sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato tra la società e un lavoratore con il quale era stato stipulato un contratto di collaborazione, evidentemente durato anni, visti gli importi in discussione.
Secondo la pronuncia della Corte d’Appello, poi confermata in sede di legittimità, erano presenti nel caso di specie elementi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.