Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 22 settembre 2017 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Nulla la rettifica di valore se l’immobile è vetusto e mal posizionato

Ai fini delle imposte di registro, ipotecaria e catastale occorre tenere conto del valore nel complesso, compresa la condizione di degrado

/ Alessandro BORGOGLIO

Giovedì, 14 settembre 2017

È nullo l’avviso di liquidazione con il quale l’Ufficio abbia preteso la maggiore imposta di registro dovuta a seguito di rideterminazione del valore dell’immobile ceduto, se tale rideterminazione è stata effettuata sulla base di una perizia tecnica approntata dall’allora Agenzia del Territorio, a fronte della quale il contribuente ha opposto una perizia dove erano evidenziate la vetustà del manufatto edilizio, le cattive condizioni di manutenzione, nonché l’infelice ubicazione a ridosso di una strada a doppia carreggiata in zona suburbana. È quanto si desume dall’ordinanza n. 21257 depositata ieri in Cassazione.

Occorre rammentare, innanzitutto, che, quando l’Ufficio procede alle rettifiche di valore dei cespiti immobiliari ai fini dell’imposta ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.