Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 23 febbraio 2018 - Aggiornato alle 6.00

Impresa

Concorso tra ricettazione e uso indebito di carte di credito o di pagamento

Rigorosa lettura della Cassazione sulla «ricezione» nella ricettazione

/ Maurizio MEOLI

Sabato, 13 gennaio 2018

Rischia una condanna per ricettazione e per indebito utilizzo di carte di pagamento l’operatore commerciale che, consapevole della provenienza illecita delle stesse, ne accetti l’uso. Tali indicazioni paiono desumibili dalla sentenza n. 289/2018 della Cassazione.

Innanzitutto, i necessari riferimenti normativi. Ai sensi dell’art. 648 comma 1 c.p. (ricettazione), fuori dei casi di concorso nel reato, chi, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto, acquista, riceve od occulta denaro o cose provenienti da un qualsiasi delitto, o comunque si intromette nel farle acquistare, ricevere od occultare, è punito con la reclusione da due ad otto anni e con la multa da 516 a 10.329 euro.

In base all’art. 55 comma 5 prima parte del DLgs. 231/2007, inoltre, chiunque al fine di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.