Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 22 giugno 2018 - Aggiornato alle 6.00

Impresa

Concorso tra reati tributari e bancarotta per chi distrugge le scritture contabili

Sull’amministratore di fatto gravano gli stessi obblighi dell’amministratore di diritto

/ Maria Francesca ARTUSI

Mercoledì, 14 marzo 2018

Possono concorrere tra loro e, dunque essere contestati entrambi a un medesimo soggetto, il reato di occultamento o distruzione di documenti contabili, di cui all’art. 10 del DLgs. 74/2000, e il reato di bancarotta fraudolenta documentale, di cui all’art. 216 comma 1 n. 2 del RD 267/1942.
Tale principio, già esplicitato dalla giurisprudenza negli anni più recenti, viene ripetuto dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 11049 depositata ieri, in un caso in cui erano stati contestati tali reati al legale rappresentante (e liquidatore) e all’amministratore di fatto di una srl. Dagli accertamenti era emerso che le scritture contabili erano state tenute fino al novembre del 2009, per poi essere sottratte o distrutte subito dopo la dichiarazione di fallimento, intervenuta il

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.