Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 21 maggio 2018 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Niente condono fiscale nel «Contratto per il Governo del Cambiamento»

Molte le proposte, tra cui la responsabilità diretta degli uffici finanziari per atti illegittimi

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 18 maggio 2018

Con la bozza di “Contratto per il Governo del Cambiamento”, divulgata ieri, il Movimento 5 stelle e la Lega individuano i punti salienti di eventuali riforme che potrebbero essere attuate se verrà formato il Governo.
Diversi sono i punti che riguardano il diritto tributario, dall’introduzione della flat tax alla revisione concreta del rapporto Fisco-contribuente, sino alla riforma del processo tributario.
Alcune proposte sono da salutare con estremo favore, mentre altre, in realtà, innovazioni non sono in quanto, così come sono riportate nella bozza di contratto, rispecchiano la normativa già in essere.

In primo luogo, si intende potenziare il contraddittorio tra le parti, “da erigere a principio generale cardine dell’ordinamento giuridico tributario”. Il problema, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.