Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 21 maggio 2018 - Aggiornato alle 6.00

Economia & Società

Rischio Italia con impatto anche sul rischio banche

In caso di speculazione la Bce sarebbe pronta a intervenire

/ Stefano PIGNATELLI

Venerdì, 18 maggio 2018

I rendimenti dell’intero comparto dei governativi europei ricevono una spinta verso l’alto dalla risalita dei prezzi del greggio, con il Brent che rivede la soglia di 80 dollari il barile massimo da novembre 2014. Ancora in rialzo i rendimenti americani con il Bond 10 anni al 3,13% grazie anche all’ennesimo indice di fiducia decisamente superiore alle attese (settore manifatturiero).

I tassi Bund, attratti verso l’alto da quelli Usa, ricevono una spinta in senso opposto dagli acquisti legati al “flight to quality” indotto dall’aumento del rischio Italia. La risultante di queste due forze contrapposte vede il decennale tedesco fermo allo 0,62% e l’Irs salire leggermente all’1,10% (segui tassi, spread su www.ildirettorefinanziario.it).

Ancora ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU

Scopri di piu' Chiudi
X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.