ACCEDI
Martedì, 25 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Se il giudice ha liquidato solo gli interessi legali niente maggior saggio

Per le Sezioni Unite il diritto all’applicazione della legislazione speciale relativa ai ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali va accertato

/ Carmela NOVELLA

Giovedì, 9 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la sentenza del 7 maggio 2024 n. 12449, le Sezioni Unite della Cassazione hanno affermato che la fattispecie di cui all’art. 1284 comma 4 c.c., in base al quale, se le parti non ne hanno determinato la misura, gli interessi legali sono dovuti, dal giorno di proposizione della domanda giudiziale, secondo il saggio previsto dalla legislazione speciale relativa ai ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, presuppone un effettivo accertamento circa la ricorrenza dei fatti costitutivi di tale diritto ad opera del giudice della cognizione.

Pertanto, laddove il provvedimento che definisce il giudizio di merito non rechi alcuna traccia dell’accertamento dei presupposti di operatività dell’art. 1284 comma 4 c.c., né nel dispositivo (il quale si limiti a condannare il soccombente ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU