ACCEDI
Venerdì, 19 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

CONTABILITÀ

Plusvalenze a specchio nel calcio da porre in essere a condizioni di mercato

Non ci si deve accordare per scambiare i calciatori a un prezzo più alto o più basso di quello che sarebbe stato definito con pagamento in denaro

/ Fabrizio BAVA

Sabato, 1 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le plusvalenze “a specchio”, senza movimento di denaro, sono operazioni in cui la controparte, invece di corrispondere il prezzo, cede a sua volta un proprio giocatore (o più di uno). Se il valore attribuito ai due giocatori è il medesimo non c’è scambio di denaro, diversamente viene pagato il conguaglio.

Sono operazioni legali che, in linea di principio, non devono essere viste con sospetto e non avrebbe senso vietarle. Come tutte le operazioni, però, devono essere poste in essere a condizioni di mercato, cioè non ci si deve accordare per scambiare i calciatori a un prezzo più alto o più basso di quello che sarebbe stato definito in un’operazione con pagamento in denaro.

Tali operazioni presentano un rischio elevato di comportamenti non corretti, a causa della comunanza ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU