ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Possibili riesami e ricorsi per l’indennità di discontinuità nello spettacolo

Dall’INPS le istruzioni per presentare le istanze di riesame e i ricorsi amministrativi avverso la reiezione della domanda di fruizione

/ Federico ANDREOZZI

Mercoledì, 19 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con il messaggio n. 2258/2024, l’INPS ha fornito alcune istruzioni per la presentazione delle istanze di riesame e dei ricorsi amministrativi esperibili avverso la reiezione delle domande dirette a ottenere l’indennità di discontinuità a favore dei lavoratori del settore dello spettacolo, riconosciuta dal DLgs. 30 novembre 2023 n. 175. L’Istituto previdenziale ha inoltre indicato, nell’allegato n. 1 del messaggio, le possibili motivazioni di reiezione dell’indennità per le domande di competenza per l’anno 2022.

Si ricorda, in primo luogo, che l’art. 1 del summenzionato decreto ha introdotto l’indennità con decorrenza dal 1° gennaio 2024, individuando quali destinatari della misura i lavoratori autonomi, compresi quelli con rapporti di collaborazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU