ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Anche i fabbricati in categoria A/10 possono essere destinati ad abitazione principale

La Cassazione, soffermandosi sulle plusvalenze immobiliari, ha affermato che rileva l’effettiva destinazione attribuita dal contribuente

/ Salvatore SANNA

Mercoledì, 26 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza n. 17528, depositata ieri, la Cassazione è intervenuta sul tema dell’esclusione da tassazione delle plusvalenze derivanti dalla cessione di unità immobiliari urbane adibite ad abitazione principale del cedente o dei suoi familiari per la maggior parte del periodo intercorso tra acquisto e cessione.

In caso di specie riguarda due persone fisiche che hanno ceduto un immobile classificato in categoria A/10 prima che trascorressero cinque anni dall’acquisto. Ai fini dell’imponibilità delle plusvalenze immobiliari come redditi diversi, l’art. 67 del TUIR prevede la tassazione delle cessioni a titolo oneroso di beni immobili acquistati o costruiti da non più di cinque anni, esclusi quelli acquisiti per successione e le unità immobiliari urbane che per

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU