ACCEDI
Domenica, 26 maggio 2024

IL CASO DEL GIORNO

La deducibilità degli interessi passivi si valuta in capo al consorziato

/ Salvatore SANNA

Lunedì, 15 febbraio 2010

x
STAMPA

Gli interessi passivi sostenuti dal consorzio e riaddebitati alle società consorziate non sono soggetti al limite di deducibilità del ROL in capo al consorzio, ma soltanto in capo al consorziato se quest’ultimo diventa l’effettivo beneficiario del finanziamento.

Ai fini delle imposte sui redditi, per distinguere i costi deducibili dai consorzi e dalle società consortili da quelli che rilevano in capo ai singoli consorziati, occorre guardare alla sostanza dell’operazione posta in essere.
Si pensi al caso di un contratto di mandato senza rappresentanza nel quale il mandatario (ossia, il consorzio) svolge un’attività di intermediazione che consiste nell’acquisto di beni e servizi in nome proprio, ma per conto e nell’interesse del mandante (ossia, la società consorziata) ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU