X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Appalti tracciabili solo dal 7 settembre

I dubbi applicativi saranno risolti dall’Autorità di vigilanza

/ Maurizio MEOLI

Martedì, 14 settembre 2010

Le disposizioni in materia di tracciabilità dei movimenti finanziari relativi ai lavori, ai servizi ed alle forniture pubblici si applicano ai soli contratti stipulati a decorrere dal 7 settembre 2010.
A chiarirlo è il Ministero degli Interni nella circolare 9 settembre 2010 n. 13001/118/Gab, destinata a tutti i Prefetti, riprendendo quanto già affermato in risposta ad uno specifico quesito.

Si ricorda che la nuova disciplina, al fine di prevenire infiltrazioni criminali, impone agli appaltatori, ai subappaltatori ed ai subcontraenti della filiera delle imprese nonché ai concessionari di finanziamenti pubblici anche europei a qualsiasi titolo interessati ai lavori, ai servizi e alle forniture pubblici di utilizzare uno o più conti correnti accesi presso banche o presso la società Poste Italiane ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU