X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 6 aprile 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Recesso nelle spa, ai soci va reso noto il valore delle azioni

/ Giuseppe REBECCA e Giuseppe DI DOMENICO

Venerdì, 24 settembre 2010

Nel caso di una fusione societaria, in presenza di determinati presupposti, al socio dissenziente è riconosciuta la possibilità di esercitare il diritto di recesso.
Per le spa questo è previsto dall’art. 2437 c.c. (“Diritto di recesso”): i soci che esprimono voto contrario alla delibera assembleare di approvazione del progetto di fusione possono esercitare il diritto di recesso in presenza, tra gli altri, di uno dei seguenti fattori:
- cambiamento dell’oggetto sociale (cambiamento significativo dell’attività della società);
- cambiamento del tipo di società;
- trasferimento della sede sociale all’estero.

Quando è ammesso il recesso, nei quindici giorni che precedono la data fissata per l’assemblea con, all’ordine del giorno, materie suscettibili di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU