ACCEDI
Giovedì, 25 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Aliquota IVA ridotta sulla fornitura di pasti pronti per il consumo

Per la Corte di Giustizia UE, i pasti negli stand di ristorazione e nei foyer di cinema sono prodotti alimentari e costituiscono una cessione di beni

/ Vincenzo CRISTIANO

Venerdì, 11 marzo 2011

x
STAMPA

La sentenza pronunciata ieri, 10 marzo 2011, nei procedimenti riuniti C-497/09, C-499/09, C-501/09 e C-502/09, dalla Corte di Giustiza UE, si innesta nell’ambito di quattro controversie, che nel prosieguo esamineremo seppur sinteticamente, sulla problematica se plurime attività di fornitura di vivande o di alimenti preparati pronti per il consumo immediato costituiscano cessione di beni, ex art. 5 della direttiva 77/388/CE ovvero prestazione di servizi, ai sensi dell’art. 6, e, nell’ipotesi in cui costituissero una cessione di beni, se siano soggette all’aliquota ridotta IVA, come prevista dalla normativa tedesca, in quanto vendite di “prodotti alimentari” ai sensi dell’allegato H della categoria 1 di detta direttiva.

Volendo riassumere, come anticipato, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU