X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 21 luglio 2019

IMPRESA

Ispezioni antiriciclaggio negli studi, nel mirino della GdF la registrazione dei dati

Tra le informazioni soggette a registrazione inclusi anche i dati del titolare effettivo

/ Annalisa DE VIVO

Giovedì, 26 aprile 2012

Nel recente modulo operativo che la Guardia di Finanza dedica alle attività d’ispezione antiriciclaggio presso gli studi professionali (si veda “Check list della GdF per le ispezioni antiriciclaggio negli studi” del 24 aprile 2012), di particolare interesse risultano le considerazioni su conservazione e registrazione dei dati.

Sul punto, le Fiamme Gialle richiamano gli obblighi sanciti dagli artt. 36 e 38 del DLgs. 231/ 2007, che impongono ai professionisti rispettivamente di conservare i documenti e registrare le informazioni che hanno acquisito per assolvere gli obblighi di adeguata verifica della clientela, affinché possano essere utilizzati per qualsiasi indagine su eventuali operazioni di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo. Gli obblighi di conservazione e registrazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU