X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Studi più piccoli al Sud, al Nord prevale l’attività di consulenza specialistica

È quanto emerge dall’Indagine statistica IRDCEC 2012, che verrà presentata in occasione del Congresso nazionale di Bari

/ Tommaso DI NARDO

Martedì, 23 ottobre 2012

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il 21% dei commercialisti esercita la professione in uno studio condiviso e il 22% in uno studio associato o società semplice; a livello dimensonale, l’87,2% opera in uno studio non più grande di 10 addetti e solo il 9% appartiene a un network professionale. Inoltre, più del 90% dei commercialisti si occupa di consulenza fiscale, contabilità e bilanci e il 56% si occupa di consulenza in ambito societario. Quanto alla formazione professionale continua, il 45% ha svolto più di 30 ore in aula nell’arco di un anno, e per il 79% l’area principale per lo sviluppo della professione è la consulenza aziendale. Ancora, il 21% dei commercialisti ha ricoperto o ricopre un incarico nell’ambito della Categoria e il 15% ricopre o ha ricoperto un incarico in enti della Pubblica

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU