X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 1 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Bonus del 50% ad «ampio raggio» per le spese sostenute dal 26 giugno 2012

L’Agenzia precisa che per il calcolo del massimo detraibile non si deve per forza tener conto di eventuali spese sostenute nella prima parte dell’anno

/ Nicola FASANO

Venerdì, 10 maggio 2013

x
STAMPA

download PDF download PDF

Detrazione del 50% ampia per le spese sostenute dal 26 giugno 2012: ai fini del calcolo della soglia dei 96.000 euro, non si deve necessariamente tenere conto di eventuali spese sostenute nella prima parte dell’anno per il medesimo intervento.
Anche se il tetto di spesa detraibile è passato da 48.000 a 96.000 euro, non va effettuata alcuna comunicazione all’Amministrazione finanziaria (in origine prevista nel caso lavori per spese superiori a 51.645,69 euro).
Il coniuge assegnatario dell’abitazione a seguito di separazione ha titolo per fruire della detrazione. Remissione in bonis anche per la comunicazione all’ENEA prevista per gli interventi “verdi”.
Questi i chiarimenti più interessanti in materia di detrazione per il recupero del patrimonio edilizio (36-50% ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU