Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Equipollenza e difesa tributaria, la partita è ancora aperta

Il relatore Esposito chiede il riesame dell’emendamento sulla revisione. Approvato, ma con una modifica, quello sull’ampliamento dei difensori

/ Savino GALLO

Venerdì, 17 gennaio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Non sono ancora tramontate le speranze di vedere inserita nel “Milleproroghe” la norma che ristabilisce l’equipollenza degli esami di accesso al Registro dei revisori e all’Albo dei commercialisti. Due giorni fa, i funzionari della Commissione Affari Costituzionali, a cui è stato affidato il DL 150/2013 (uno dei due decreti in cui è stato riformulato il “Milleproroghe”), avevano dichiarato l’improponibilità degli emendamenti all’art. 9 comma 14, perché non inerenti all’oggetto del decreto (si veda “Non passano gli emendamenti sull’equipollenza” di ieri).

Nella seduta di ieri, però, i membri della I Commissione di palazzo Madama, sono tornati sull’argomento, chiedendo di riesaminare gli emendamenti dichiarati improponibili: ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU