Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 11 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

L’omesso versamento IVA è reato anche se non si incassa l’imposta

/ Maurizio MEOLI

Mercoledì, 12 febbraio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Sull’omesso versamento IVA anche a fronte di una condotta determinata da una situazione di crisi economico/finanziaria dell’impresa, l’orientamento che si sta confermando in Cassazione sembra contrapporsi alle numerose conclusioni dei giudici di merito, oltre a non essere allineato con quanto deciso dalle Sezioni Unite.

Solo qualche giorno fa, infatti, nel commentare su Eutekne.info l’ennesima pronuncia della Suprema Corte (Cass. 21 gennaio 2014 n. 2614) sulla configurabilità di tale reato (si veda “Cassazione ancora severa sull’omesso versamento IVA” del 22 gennaio 2014), si era ritenuto opportuno soffermare l’attenzione sui seguenti profili.

Innanzitutto, si rilevava il fatto che tale impostazione è sostanzialmente supportata dalle Sezioni Unite ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU