Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 30 novembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Indagini bancarie sui soci, va provata la correlazione con la società

Anche se i conti correnti dei soci possono essere controllati, l’Ufficio deve dimostrare che le operazioni rilevate sono riferibili alla società

/ Francesco BARONE

Mercoledì, 12 febbraio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le movimentazioni relative ai conti correnti dei soci di una società di capitali a ristretta base sociale non possono essere attribuite automaticamente alla società in assenza di un’evidente e dimostrata correlazione tra le posizioni bancarie dei soggetti oggetto di accertamento. È quanto deciso dalla Commissione tributaria provinciale di Roma, con la sentenza n. 586/01/13 depositata il 10 dicembre 2013.

In estrema sintesi, è noto che, ai sensi dell’art. 32 del DPR n. 600/1973, previa autorizzazione del Direttore centrale dell’Accertamento dell’Agenzia delle entrate o del Direttore regionale della stessa, ovvero, per la Guardia di Finanza, del Comandante regionale, a banche e ad altri enti finanziari possono essere richiesti dati, notizie e documenti relativi a qualsiasi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU