Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 4 dicembre 2022

FISCO

Ai fini IVA, il mancato recupero di beni in leasing non è cessione a titolo oneroso

Anche se «causata» dall’utilizzatore, tale impossibilità, per la società di leasing, non rientra tra le operazioni indicate dall’art. 16 della direttiva IVA

/ Vincenzo CRISTIANO e Davide MORABITO

Venerdì, 18 luglio 2014

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Giustizia, con la sentenza di ieri, 17 luglio 2014, relativamente alla causa C-438/13, ha stabilito che gli artt. 16 e 18 della direttiva n. 2006/112/CE, in tema di operazioni “assimilate” alle cessioni di beni “pure”, devono essere interpretati nel senso che l’impossibilità, per una società di leasing, di recuperare dall’utilizzatore i beni oggetto di un contratto di leasing finanziario a seguito della sua risoluzione per colpa dell’utilizzatore stesso, nonostante le azioni intraprese da tale società per il recupero dei suddetti beni e l’assenza di qualsivoglia corrispettivo a seguito della risoluzione, non può essere assimilata ad una cessione di beni effettuata a titolo oneroso.

I fatti in controversia riguardano una società per ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU