X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Operatori professionali in oro fuori dal monitoraggio fiscale

Entro il 21 settembre gli intermediari finanziari dovranno comunicare all’Agenzia i trasferimenti da o verso l’estero dei mezzi di pagamento

/ Nunzio RAGNO

Mercoledì, 19 agosto 2015

La disciplina sul monitoraggio fiscale, introdotta dal DL 167/90 e dettagliata con il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 28 luglio 2003, è stata oggetto di modifica da parte dell’art. 9 della L. 97/2013 e del successivo provvedimento del 24 aprile 2014 n. 58231, che innalzano da 10.000 a 15.000 euro il limite dei trasferimenti da o verso l’estero di mezzi di pagamento, di cui all’art. 1, comma 1, lett. i) del DLgs. 231/2007, da segnalare all’Amministrazione finanziaria con i relativi dati.

Altre novità, rispetto al citato provvedimento del 2003, è quella relativa all’integrazione delle comunicazioni con le operazioni frazionate tese a rimanere al di sotto del limite previsto per i mezzi di pagamento, ma che sono collegate tra loro per realizzare ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU