X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 luglio 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Entro il 30 giugno la presentazione della dichiarazione IMU e TASI

L’obbligo sorge se sono intervenute variazioni rispetto a dichiarazioni già presentate e variazioni non conoscibili dal Comune

/ Stefano SPINA

Venerdì, 24 giugno 2016

Entro la fine di questo mese occorre presentare la dichiarazione ai fini IMU e TASI delle variazioni della consistenza immobiliare avvenute nell’anno 2015.
L’obbligo di comunicazione sorge solamente per i casi in cui gli immobili godono di riduzioni o esenzioni di imposta per situazioni non conoscibili da parte del Comune oppure se quest’ultimo non è in possesso delle informazioni utili per verificare il corretto adempimento fiscale.

La dichiarazione, il cui modello ordinario è stato approvato dal DM 30 ottobre 2012, vale, come si è detto, sia ai fini IMU che TASI. Infatti il Ministero dell’Economia, con la risoluzione del 25 marzo 2015 n. 3/DF e la successiva circolare del 3 giugno 2015 n. 2/DF, ha precisato che le informazioni necessarie agli enti locali per il controllo ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU