X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 23 settembre 2018

Fisco

Donazione del terreno ai figli simulata se manca lo spirito liberale

L’operazione può comportare il sorgere di minor plusvalenza tassabile in capo al donatario

/ Anita MAURO e Salvatore SANNA

Giovedì, 7 dicembre 2017

La Corte di Cassazione, con tre sentenze depositate ieri (nn. 29182, 29189 e 29190), torna a esaminare il caso della donazione del terreno a parenti prossimi e successiva cessione da parte del donatario.
Tale operazione (si veda “Non c’è simulazione se i donatari incassano il prezzo della rivendita” del 18 maggio 2017), si presta a un utilizzo elusivo, in quanto consente al donatario di determinare la plusvalenza assumendo, come costo d’acquisto, il valore dichiarato nell’atto di donazione (art. 68 comma 2 del TUIR).
Per questo, l’Agenzia delle Entrate spesso l’ha contestata, facendo perno, talvolta, sull’ormai abrogato art. 37-bis del DPR 600/73, talaltra sull’art. 37 comma 3 del DPR 600/73.

Le tre sentenze in commento concernono fattispecie ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU