X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 28 settembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Il ricorso contro l’avviso bonario limita quello sul ruolo ai vizi propri della cartella

/ Antonio NICOTRA

Giovedì, 12 aprile 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

La giurisdizione speciale tributaria affonda le sue radici in esigenze pratiche e il suo ambito di operatività è definito in ragione non della natura delle situazioni soggettive coinvolte, ma della selezione legislativa di un’area di controversie tipicamente individuata.

La delimitazione della “materia” devoluta al giudice tributario, tenuto conto anche dell’interesse pubblico sotteso all’esercizio della funzione impositiva, è operata su basi casistiche entro i confini dei c.d. limiti interni (art. 2 del DLgs. 546/92) ed esterni (art. 19 del DLgs. 546/92), dalla cui combinazione discende tradizionalmente il principio della “predeterminazione degli atti impugnabili”. La predeterminazione, però, non è espressione di un principio di “tassatività”, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU