X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 18 novembre 2018

Impresa

Esclusa la confisca dei conti correnti intestati alla curatela fallimentare

L’indisponibilità dei beni in capo al fallito, posta a tutela degli interessi dei creditori, non ne consente l’assoggettabilità al sequestro

/ Maria Francesca ARTUSI

Giovedì, 11 ottobre 2018

Non è possibile la confisca di somme dal conto corrente intestato alla curatela fallimentare, quando sia già intervenuta la dichiarazione di fallimento e quei beni siano, così, divenuti oggetto della tutela predisposta dalla legge in favore della massa creditoria.
Riprendendo le argomentazioni svolte sul tema dalla giurisprudenza di legittimità, la Corte di Cassazione torna sul rapporto tra confisca e fallimento con la sentenza n. 45574 depositata ieri.

Secondo quanto stabilito dalle Sezioni Unite nel noto caso Uniland (Cass. SS.UU. n. 11170/2015), il curatore fallimentare non è legittimato a proporre impugnazione contro il provvedimento di sequestro, tanto in proprio quanto come rappresentante dei creditori del fallito e tale limite trova applicazione per tutte le fattispecie penali, compresi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU