Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 5 giugno 2023 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Nella riforma fallimentare obblighi di segnalazione per sindaci e revisori

L’esistenza di fondati indizi della crisi deve essere comunicata subito all’organo amministrativo per porvi rimedio

/ Michele BANA

Sabato, 27 ottobre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Lo schema di DLgs. recante il Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza in attuazione della L. 155/2017 – che dovrebbe essere presto all’esame del Consiglio dei Ministri – stabilisce diverse novità riguardanti l’organo di controllo delle società e quello incaricato della funzione di revisione legale dei conti.

In primo luogo, l’art. 378 dello schema di DLgs. – applicabile dal 30° giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta del provvedimento – sostituisce il comma 3 dell’art. 2477 c.c., estendendo i casi di nomina obbligatoria dell’organo di controllo (sindaco unico o collegio sindacale) o del revisore a quello della società a responsabilità limitata che ha superato, per due esercizi consecutivi, almeno una delle seguenti soglie: due milioni di euro

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU