X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Costo fiscale degli asset da concordato connesso all’esborso finanziario dell’assuntore

Per la ripartizione del costo tra i beni, un parametro di riferimento può essere la relazione del curatore

/ Antonio NICOTRA

Mercoledì, 31 ottobre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai fini delle imposte dirette, il costo fiscale del complesso delle attività del debitore, c.d. asset, di cui l’assuntore diviene titolare per effetto dell’adempimento degli obblighi del concordato, coincide con l’esborso finanziario effettivamente sostenuto; l’ammontare deve essere ripartito tra questi asset in modo da riflettere il reale valore dei beni e/o diritti acquisiti. Questa è la conclusione cui perviene l’Agenzia delle Entrate nella risposta ad interpello n. 55 pubblicata ieri.

Nella fattispecie in esame, una società si era accollata l’adempimento delle obbligazioni concordatarie relative ad una società in stato di crisi, a tal fine impiegando risorse di cassa e risorse proprie (c.d. liquidità aggiuntiva). A fronte del pagamento integrale dei debiti,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU