X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Sanzioni per i pagamenti non tracciati e per il lavoro nero compatibili

In caso di paga giornaliera, si potrebbero configurare tanti illeciti quante giornate di lavoro nero

/ Mario PAGANO

Martedì, 13 novembre 2018

La nuova sanzione prevista per i pagamenti effettuati con strumenti tracciabili, ai sensi dell’art. 1, comma 913 della L. 205/2017, può coesistere con la maxisanzione per lavoro “nero”, comminata ai sensi dell’art. 3, comma 3 del DL 12/2002.
È quanto emerge dalla nota n. 9294 del 9 novembre 2018, con la quale l’Ispettorato nazionale del Lavoro ha dato riscontro, ad un proprio ufficio territoriale, in merito alla corretta applicazione del nuovo regime sanzionatorio in vigore a far data dal 1° luglio 2018.

Secondo l’art. 1 comma 910 della L. 205/2017, non è più possibile retribuire in contanti i propri dipendenti, in quanto la norma impone, evidentemente a fini di piena tracciabilità dei flussi retributivi ed a tutela dei lavoratori, di servirsi unicamente di

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU