X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Senza bollo le istanze di rimborso della tariffa per la valutazione d’impatto ambientale

La prestazione relativa al versamento delle somme per la richiesta di VIA e per l’autorizzazione integrata ambientale ha natura tributaria

/ Anita MAURO

Sabato, 29 dicembre 2018

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le istanze di rimborso delle tariffe erroneamente versate per le richieste di valutazione di impatto ambientale (VIA) nonché per le autorizzazioni integrate ambientali (AIA) sono esenti in modo assoluto dall’imposta di bollo ai sensi dell’art. 5 comma 5 della Tabella allegato B al DPR 642/72, che dispone l’esenzione per le istanze di rimborso e di sospensione del pagamento di qualsiasi tributo, nonché i documenti allegati alle medesime.
Lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate nella risposta a interpello 28 dicembre 2018 n. 144.

In primo luogo, l’Agenzia ricorda che, in linea di principio, ai sensi dell’art. 3 della Tariffa, parte I, allegata al DPR 642/72, è dovuta l’imposta di bollo di 16 euro per ogni foglio, per le istanze rivolte alla Pubblica Amministrazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU