X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 ottobre 2021

FISCO

Regime IVA del distacco del personale rimesso alla Corte di Giustizia

La Cassazione rinvia in sede comunitaria il giudizio sull’esclusione da imposta dei meri riaddebiti di costo senza mark up

/ Gianluca ODETTO

Mercoledì, 30 gennaio 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza n. 2385 depositata ieri, 29 gennaio 2019, la Corte di Cassazione ha richiesto alla Corte di Giustizia dell’Unione europea di pronunciarsi in merito alla compatibilità con la legislazione comunitaria sull’IVA della normativa nazionale in materia di distacco di personale.

Per cogliere la portata dalla decisione della Suprema Corte occorre ricostruire brevemente i tratti principali che caratterizzano l’attuale disciplina.
In termini generali, infatti, l’art. 8 comma 35 della L. 67/88, il quale ha tradotto in legge un orientamento consolidatosi in via amministrativa sin dagli anni ’70, prevede che non sono rilevanti ai fini dell’IVA i prestiti o distacchi del personale a fronte dei quali è versato solo il rimborso del relativo costo. In sostanza, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU