X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 18 febbraio 2019 - Aggiornato alle 6.00

Fisco

Sconto del 10% dell’imposta con deposito del ricorso entro il 24 ottobre

Con sentenza della Regionale favorevole al 24 ottobre, stralcio dell’85% dell’imposta anche se poi la sentenza è cassata con rinvio

/ Alfio CISSELLO

Venerdì, 1 febbraio 2019

Ieri, nel corso di Telefisco 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito diversi chiarimenti in merito alla definizione delle liti pendenti, disciplinata dall’art. 6 del DL 119/2018.

Si rammenta che la definizione riguarda le liti rientranti nella giurisdizione tributaria in cui è parte l’Agenzia delle Entrate, a condizione che la notifica del ricorso di primo grado sia avvenuta entro il 24 ottobre 2018.
Le Entrate confermano che deve trattarsi di “atti impositivi” in senso sostanziale, dunque non possono essere oggetto di definizione le cartelle di pagamento che riscuotono tributi dichiarati ma non versati (in effetti, la definizione è strutturata non come l’art. 11 del DL 50/2017, ma in modo simile al vecchio art. 16 della L. 289/2002).

Invece, sono definibili ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU