X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 22 agosto 2019 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Doppio limite massimo per l’ulteriore contratto a termine di 12 mesi

Il contratto in deroga assistita si riferisce sia al limite legale di 24 mesi, sia alla diversa durata massima individuata dalla contrattazione collettiva

/ Mario PAGANO

Martedì, 12 febbraio 2019

L’ulteriore contratto a tempo determinato della durata di 12 mesi, ai sensi dell’art. 19 comma 3 del DLgs. 81/2015, può essere stipulato sia allo scadere del nuovo limite legale massimo pari a 24 mesi, sia quando il limite massimo raggiunto è quello individuato dalla contrattazione collettiva.
Questo è quanto emerge dalla nota n. 1214 del 7 febbraio 2019 con cui l’Ispettorato nazionale del lavoro, d’intesa con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, ha fornito nuove indicazioni ai propri uffici territoriali, deputati per norma a gestire la procedura di deroga assistita prevista per il contratto a tempo determinato.

Il DL 87/2018 (decreto dignità) è intervenuto sulla disciplina dei contratti a tempo determinato contenuta nel DLgs. 81/2015, prevedendo sia il ripristino ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU