X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 marzo 2019 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Ritenuta d’acconto per le spese al difensore vittorioso con delega all’incasso

Esclusi le somme che non costituiscono reddito di lavoro autonomo e il caso in cui venga prodotta copia della fattura emessa

/ Alice BOANO

Sabato, 16 marzo 2019

L’ente impositore soccombente, nell’ipotesi in cui il legale rappresentante sia munito di apposita delega all’incasso, deve rifondere le spese processuali direttamente al difensore della controparte, con obbligo di esecuzione della ritenuta d’acconto di cui all’art. 25 del DPR 600/73.
La risoluzione n. 35 di ieri, 15 marzo, si pone in linea con l’orientamento formatosi in giurisprudenza (Cass. SS.UU. 25 ottobre 1996 n. 9332, Cass. 17 luglio 2008 n. 19594 e Cass. 19 settembre 2014 n. 19739) e nella prassi (R.M. 14 giugno 76 n. 8/021, C.M. 6 dicembre 94 n. 203 e risoluzione Agenzia delle Entrate 13 ottobre 2010 n. 106).

Il quesito rappresentato mediante consulenza giuridica era volto a definire l’applicazione della ritenuta d’acconto nell’ipotesi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU