X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 24 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / IAS

Stima del corrispettivo variabile in derivazione rafforzata con doppi binari

Riconoscimento fiscale della stima, fatta eccezione per due fattori di variabilità del corrispettivo: le penali e le vendite con diritto di reso

/ Valeria RUSSO

Lunedì, 8 aprile 2019

Tra gli aspetti forse più complessi nella gestione contabile dell’IFRS 15 va senz’altro annoverata la determinazione del transaction price e, in particolare, la stima del corrispettivo variabile, valutando l’incidenza di una serie di fattori, quali le riduzioni, gli sconti, i rimborsi abbuoni e le concessioni sul prezzo, i premi di rendimento, le penalità e gli altri elementi analoghi. Stima quest’ultima riconosciuta ai fini IRES in derivazione rafforzata e ai fini IRAP per presa diretta dal bilancio, tranne due eccezioni contemplate nel DM 10 gennaio 2018.

Va ricordato, preliminarmente, che il decreto di endorsment fiscale non reca disposizioni confermative della derivazione rafforzata ma unicamente disposizioni in deroga ovvero di chiarimento. Pertanto, le modalità ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU