X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 25 maggio 2019 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Estesa ai titolari di partita IVA la delega cartacea per i servizi di Agenzia delle Entrate-Riscossione

/ REDAZIONE

Venerdì, 12 aprile 2019

Da ieri anche i soggetti dotati di partita IVA possono utilizzare la delega cartacea per autorizzare un intermediario fiscale a effettuare on line, per loro conto, diverse attività, compresa la presentazione della domanda di adesione alla definizione agevolata delle cartelle.
Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate-Riscossione con un comunicato, precisando che la modalità di delega cartacea, finora riservata alle persone fisiche, si affianca alla procedura di delega on line.

La delega consente al professionista delegato di gestire la posizione del suo cliente mediante l’utilizzo di tutti i servizi web disponibili su Equipro, la piattaforma digitale riservata agli intermediari fiscali in una sezione dedicata del sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it.

Per procedere alla delega cartacea, il titolare di partita IVA deve compilare e consegnare al proprio consulente l’apposito modello DP1. La delega viene trasmessa dall’intermediario all’Agenzia delle Entrate attraverso Entratel, con la copia del documento d’identità del rappresentante legale. Se il delegante è una persona fisica va, invece, allegato il documento di identità. Le Entrate, dopo le opportune verifiche, trasmettono all’Agenzia delle Entrate-Riscossione i dati che attestano l’effettivo conferimento della delega all’intermediario. Il consulente fiscale, per poter operare per conto dei clienti che gli hanno conferito la delega, deve prendere visione e accettare le nuove “Condizioni generali di adesione ai servizi web”, modificate per recepire la nuova modalità di delega cartacea.
L’Agenzia delle Entrate-Riscossione invierà una lettera al contribuente per informarlo di aver ricevuto la richiesta di delega.

TORNA SU